Auguri per il nuovo anno scolastico

Se una persona sogna da sola, è solo un sogno. Se molte persone sognano insieme, è l'inizio di una nuova realtà.

domenica 19 settembre 2010

Il nuovo anno scolastico


Da una settimana è iniziato il nuovo anno scolastico anche nel nostro Istituto: come ormai la scuola italiana ci ha abituati, siamo alle prese con orari (sempre più difficili da stilare), con la ormai cronica mancanza di organico, con un movimento indefinibile di docenti che vanno e che vengono, con le strutture da rimodernare a costi zero...detta così sembrerebbe una situazione davvero difficile da gestire, poco stimolante e in cui tutte le energie (leggi "risorse umane") si spendono per gestire al meglio l'aspetto puramente organizzativo. Ma in realtà credo che non sia così. Ritrovarmi con i colleghi di sempre, equilibrati (i più "anziani", direi "saggi")e abituati a gestire l'emergenza in cui, ogni anno, la scuola si trova, e incontrare nuovi colleghi, che, nonostante abbiano alle spalle un lungo perigrinare da una scuola all'altra, hanno fatto della flessibilità l'aspetto caratterizzante della propria personalità....tutto ciò mi fa credere ancora nella grande forza dei docenti, che, convinti del ruolo fondamentale che la società, purtroppo oggi inconsapevolmente, affida loro, ancora sanno di potercela fare.
Penso proprio che la celebre frase di Cervantes "Se una persona sogna da sola, è solo un sogno. Se molte persone sognano insieme, è l'inizio di una nuova realtà" possa diventare il nostro motto per quest'anno. Che ne dite?

venerdì 7 maggio 2010

Cosa ne pensi del blog di classe?

Ho proposto agli allievi del nostro Corso PON, tutti di II media, una riflessione sul blog di classe, naturalmente dopo aver presentato loro qualche esperienza concreta. Mettendo insieme i diversi contributi personali ecco cosa ne è uscito:
“Il blog di classe è interessante ed utile per gli studenti, perché aiuta a studiare ed insegna molte cose. E’ un nuovo modo innovativo per studiare, ed a noi ragazzi piace perché è un sito dove ognuno può esprimere il proprio parere, scrivere le proprie opinioni, commentare gli articoli e confrontarsi con gli altri attraverso Internet. Potremmo dire che un blog è un sito web molto strutturato, utilissimo per sapere quali sono le ultime cose fatte in classe ed approfondire quelle studiate, e speriamo che ogni classe ne abbia presto uno tutto suo. Se ogni classe dell’Istituto avesse un suo blog sarebbe senz’altro una scuola migliore”.

domenica 2 maggio 2010

A proposito di viaggio di istruzione...


...siamo veramente stanchi, ma soddisfatti!!!
Il viaggio di istruzione nelle Marche e in Romagna ha decisamente consumato le ultime energie rimaste, ma ne è proprio valsa la pena. I ragazzi, come sempre, si sono dimostrati una inesauribile fonte di energia, la loro vivacità ci ha contagiato per intere giornate e...notti, coinvolgendo anche romagnoli e marchigiani. Diciamolo chiaramente, il viaggio di istruzione è...gita, è uscire dal proprio ambiente per scoprirne di nuovi dove divertirsi con i comnpagni e respirare un'aria di libertà che fa bene a tutti.
Durante tutto il periodo si è creata una atmosfera davvero magica, alimentata da giornate calde e soleggiate e da serate di luna piena che ci hanno permesso lunghe passeggiate, persino in riva al mare.
Abbiamo visitato nuove città, delle quali ognuno ha potuto cogliere gli aspetti essenziali e memorizzare ciò che più lo ha attratto: la biblioteca della famiglia Leopardi a Recanati, i mosaici di Ravenna e la casa di Raffaello ad Urbino, i giochi all'Italia in miniatura...le mura del castello di Gradara....tutto incantevole, soprattutto perchè, alla fine, ha favorito una relazionalità serena e gioiosa. Credo che non scorderemo gli abbracci finali, l'ultima sera sul pullman, quando i ragazzi, tutti, nessuno escluso, si sono salutati con affetto, dimostrando di avere superato la paura delle differenze, di aver imparato che è solo accettandosi, riconoscendo i propri limiti e valorizzando i pregi altrui, che si può convivere dignitosamente e si può sperare di creare insieme qualcosa di positivo...al di là del fatto che si abiti a Nocera Centro o a Scalo o a San Mango...

lunedì 12 aprile 2010

...ci siamo ancora?!?


Dopo più di un mese pubblico un post. Sinceramente sono un poco delusa, perché mi aspettavo qualche sollecitazione, qualche commento, qualche riflessione...capisco che il momento che stiamo vivendo è denso di attività, valutazioni, aggiornamento, corsi extracurricolari...ma forse proprio per questo mi aspettavo un post che mi desse il "la" per discutere insieme di qualcosa che, magari, è stato lasciato in sospeso a scuola, tra i corridoi o in fondo alla gola perché non si è avuto tempo (o possibilità) di parlarne a fondo...
comunque non mi avvilisco e comprendo che davvero il momento è densissimo e che forse il tempo è davvero poco, o per lo meno, è utilizzato per un "mare" di attvità e impegni che rischiamo tutti di annegare!
Non mi avvilisco e lancio io il "la"...
adesso che ci stiamo tutti formando, che stiamo sperimentando la famosa LIM, che ne pensate VERAMENTE???
Aspetto considerazioni....per aprire una discussione in merito

martedì 2 marzo 2010

Risorse per la LIM


Segnalo un link con diverse risorse utili per insegnare con la LIM: gli irrinunciabiLIM
Buon lavoro...

mercoledì 24 febbraio 2010


Probabilmente sono diventata una ottimista per la necessità di non soccombere alla lunghissima sequela di reclami, lamentele, sensi di frustrazione che, come a tutti, quotidianamente mi cadono addosso. Spulciando qua e là nella Rete, a proposito di pro e contro riferiti alla ormai famosissima LIM, ho ritrovato un bel commento del prof. Daniele Barca, docente di lettere (!!!) esperto di LIM.
Vi allego il link, ma mi piace l'idea di trascrivere nel mio post le sue riflessioni finali dopo un lungo excursus sulle alterne vicende delle tecnologie nella scuola italiana:
A mo’ di postscriptum: la tecnologia nella scuola non è stata solo questa: il panorama proposto è stato quello delle iniziative ufficiali e “di massa”. In contemporanea va ricordato che, per esempio, gli ingenti finanziamenti europei alle regioni del PON permettono programmi continui di formazione e dotazione tecnologica nelle scuole di tutti i tipi; che molte scuole (come per esempio quelle che si sono dotate di una lavagna interattiva in ogni aula) fanno da sé, grazie ai genitori, agli enti locali o alle fondazioni bancarie; che le grandi aziende informatiche adottano scuole fornendo dotazioni e consulenza; che vi sono istituzioni (come l’Osservatorio delle Tecnologie Didattiche del CNR di Genova) che da anni lavorano sul software di qualità mettendolo a disposizione on line (open, per la disabilità, ecc); che vi sono realtà sparse sul territorio che sperimentano gli OLPC di Negroponte o il touch screen realizzato con il telecomando della WII; che in molte scuole si adottano da anni ambienti on line per la didattica, per lo più moodle; che singoli docenti o in gruppo mettono a disposizione gratuitamente in rete o nei blog personali (quanto scrivono gli insegnanti!) software realizzati da loro e rispondenti a specifici problemi didattici di ogni materia; che vi sono corsi di laurea, master e società specializzate (come Edulife) che sviluppano formazione per studenti e docenti sull’innovazione tecnologica a scuola; insomma che c’è tutto un mondo che crede nell’educare divertendosi e rendendolo attraente.


http://www.wired.it/magazine/archivio/2009/08/storie/extrascuola.aspx?page=all

martedì 23 febbraio 2010



Che ne pensate???
Quali i pro e i contro?